One Love, il nuovo romanzo di Federico Traversa è un viaggio nell’anima di Bob Marley

One Love, il nuovo romanzo di Federico Traversa è un viaggio nell’anima di Bob Marley

Si intitola One Love il nuovo romanzo di Federico Traversa dedicato a BobMarley, disponibile da mercoledì 22 novembre e pubblicato da IlCastello marchio ChinaskiEdizioni.
La più grande rockstar del Terzo Mondo, così l’autore definisce il protagonista del libro la cui vita viene affrontata con intima e sincera passione. Il musicista e attivistagiamaicano, simbolomondialedella diffusione della musicareggae, viene raccontato come fosse sempre al fianco di chi scrive. Prima il bambinopovero e disagiato che cresce nel villaggio di Nine Miles a metà degli Anni ‘40. Poi il giovane musicista che muove i primipassi nel mondo della musica dei primi ’60 con gli amici BunnyWailer e PeterTosh e forma gli Wailers. Fino alla nascita della leggenda tra HITmondiali come Jamming, No Woman, No Cry o Get Up Stand Up.<br>Traversa ricostruisce in un 3D letterario tutte le vicende note e meno note che hanno portato Marley a diventare un’icona mondiale della musica prima, e un faro culturale e religioso poi. Non una fredda e sistematica biografia, ma un susseguirsi di racconti e fotografienarrative che danno vita a una figura complessa e dal profondo significato. Un viaggio che porta il lettore negli angoli più reconditi della vita di Marley e negli anfratti della cultura in cui è cresciuto, tra gli iconici dreadlocks, la passione per il calcio, le donne e la marijuana.
Un libro che nasce dalla vasta conoscenza dell’autore sul mondo reggae e sulla figura di Marley. Uno studio che viene da oltre vent’anni di esperienza sul campo, tra interviste e incontri privati coi figli di Marley e i principali esponenti mondiali del genere: da Bunny Wailer ad Alborosie passando per Capleton, Horace Andy e gli Africa Unite.
Vicende come quella volta che Bob assieme Peter e Bunny rischiarono di essere sfregiati con l’acido dalla fidanzata del loro produttore storico Lee “Scratch” Perry. Stavano litigando per una questione di soldi, poi fecero pace.
Non solo musica, ma anche gli aspetti personali di un marito e padre, che emigra negli USA in cerca di fortuna. La profondafederastafariana che ha sempre contraddistinto la sua esistenza, e che lo porta col tempo a diventare lui stesso un leader spirituale e politico. La musica come veicolo di lotta contro l’oppressione politica e razziale, e il sogno di unificare tutti i popoli di origine africana.
Era il 1978 e due anni prima Marley era appena stato vittima di un attentato di stampo politico. Accade che il musicista venga portato al cospetto di uno degli assalitori che avevano tentato di ucciderlo. Davanti all’uomo legato, gli mettono una pistola in mano e lo incitano a fare giustizia. Marley restituisce l’arma e se ne va.
Vicissitudini private dell’autore introducono vari capitoli del libro, dove incrocia in qualche modo la sua storia più intima con quella del musicista. Un filo narrativo immersivo che mescola tutta la passione verso Marley e il gusto della ricerca storica, tra parentesi della vita familiare e lavorativa di Traversa. Drammi e passioni dell’autore scorrono paralleli all’evolversi del protagonista, dagli albori fino alla prematura scomparsa del 1981. Anche la cura della malattia, un altro degli argomenti trattati nel libro, torna a descrivere la figura del protagonista. Pare infatti che abbia rifiutato una operazione che avrebbe potuto salvarlo o quantomeno allungargli la vita, ma lui si rifiutò per motivi religiosi. I rasta non muoiono.

Il libro sarà presentato dall’autore in una serie di appuntamenti accompagnato da ospitispeciali, ma diventerà anche uno spettacolo itinerante con reading e musica dal vivo.

23/11 Feltrinelli Duomo Milano con Bunna degli Africa Unite e Fabio Merigo dei Bluebeaters
25/11 Mondadori Sestri Ponente (GE) con Andrea Rinaldi
30/11 Qubit Torino con Bunna degli Africa Unite e Fabio Merigo dei Bluebeaters
1/12 Sally Brown Rude Pub Roma con Alberto Castelli
3/12 Teatro San Giorgio Cavallermaggiore (CN) con Bunna degli Africa Unite e Fabio Merigo dei Bluebeaters
8/12 Associazione ALEC Alba (CN) con Andrea Rinaldi

https://www.instagram.com/chinaskiofficial/
https://www.instagram.com/il_castello_editore/            
https://www.instagram.com/federico_chinaski/